In una serra del Cremonese le solanacee vengono irradiate da uno spettro di luce appositamente studiato dai laboratori di C-LED. Si ricerca una soluzione per la prevenzione di una fisiopatia che compromette la produzione di pomodori.

Clicca qui per scaricare alcune immagini della serra sperimentale e il comunicato stampa in formato .doc e .pdf

IMOLA, 20 maggio 2020. La ricerca di un trattamento a base di luce Led per contrastare una fisiopatia che indebolisce le piante di pomodoro. È questa la sperimentazione in corso all’interno di una serra a Casalmaggiore, in provincia di Cremona, condotta in partnership da C-LED e Urbinati Srl.

Tutto nasce dalla richiesta degli esperti dell’azienda agricola Cortenuova, specializzata nella coltivazione di ortaggi. Dopo aver rilevato il malessere di origine ignota, prevalentemente ai danni dello stelo, i coltivatori cremonesi si sono chiesti se la tecnologia potesse venire in loro aiuto al fine di prevenire situazioni critiche per la salute di queste solanacee e, di conseguenza, scongiurare il danno economico che ne potrebbe derivare. Tale fisiopatia è un evento comune che si ritiene provocato non da organismi viventi ma da agenti per lo più di natura climatica, sovente in associazione con altre cause quali: alterazioni di gas atmosferici, traumi da impatto, carenze o eccesso di nutrienti, trattamenti non corretti.

Come sempre C-LED, che vanta un consolidato know-how in ambito di ricerca e realizzazione di tecnologie luminose al servizio della coltivazione indoor, ha accolto con impegno l’opportunità di sperimentare nuove soluzioni che possano rivelarsi utili alla soluzione dei problemi dei clienti. In questo caso specifico il risultato principale a cui si tende è limitare l’insorgenza di fisiopatie e, dunque, ottenere piante più sane, robuste e compatte.

La prova sperimentale viene condotta all’interno di una serra di quasi duemila metri quadrati. Qui, su una campata di 10 metri, sono state installate delle lampade Toplight Plus C-LED con potenza da 150 Watt, collegate in serie grazie al sistema di alimentazione ‘passante’ che facilita il cablaggio, e posizionate su barre di irrigazione Urbinati, azienda leader nella produzione di sistemi automatici per il comparto ortoflorovivaistico.

Le lampade, che emettono uno spettro luminoso appositamente studiato dai ricercatori di C-LED, vengono mosse a intervalli regolari, facendole scorrere al di sopra delle piante, avendo cura di irraggiare in modo uniforme e costante. In questo modo si ritiene di riuscire a stimolare la traspirazione delle piante, riducendo l’umidità nelle parti basali del colletto e favorendo il passaggio di acqua e di nutrienti all’interno dei tessuti vegetali.

About us: C-LED è l’azienda di Cefla specializzata nella progettazione e nella produzione di soluzioni di illuminazione personalizzate sulle esigenze del cliente. C-LED si rivolge prevalentemente alle imprese che operano in ambito retail e visual merchandising, interior design, illuminazione pubblica, growing, industriale. L’azienda si occupa anche dello sviluppo di sistemi governati da sensori di prossimità e da sensori ambientali, per la comunicazione interattiva (proximity marketing) e per un’efficiente gestione energetica degli ambienti.

Visita il sito di C-LED – https://www.c-led.it/
E-mail – info@c-led.it

×

Ciao! Puoi chiedere informazioni.

× Come posso aiutarti?