Per scaricare alcune immagini della Centrale Acea e degli impianti clicca qui

• Questo progetto è un eccellente esempio di come le aziende di servizio pubblico e i comuni europei possano modernizzare le loro centrali di cogenerazione grazie a soluzioni tecnologiche dei motori a gas altamente efficienti, sostenibili, affidabili e convenienti.

• Per la prima volta, la tecnologia J920 FleXtra di GE è stata selezionata per modernizzare una centrale di cogenerazione a gas preesistente.

• Il progetto chiavi in mano, completato in anticipo rispetto ai tempi previsti, è stato elaborato e consegnato da un consorzio costituito da GE e CEFLA.

ROMA. 27 novembre 2017. GE (NYSE: GE) e CEFLA SC hanno completato in anticipo l’ammodernamento, con le tecnologie più efficienti e all’avanguardia, dell’impianto di cogenerazione di ACEA di Tor di Valle, oggi dotato di due motori a gas Jenbacher* J920 FleXtra di GE. La centrale di cogenerazione (CHP) produrrà energia termica per circa 40.000 residenti a Roma. L’energia elettrica verrà utilizzata nell’impianto di depurazione delle acque reflue ATO2 di ACEA, mentre l’elettricità in eccesso potrà essere ceduta alla rete elettrica.

Nell’impianto sono attive le prime due unità FleXtra J920 da 50 Hz e 9,5 MW operative in applicazioni commerciali in Italia. Inoltre, con il progetto di teleriscaldamento ACEA Tor di Valle, per la prima volta la tecnologia J920 FleXtra di GE è stata selezionata per modernizzare una centrale termoelettrica preesistente. Con il depotenziamento dell’impianto e l’installazione di due soluzioni CHP ad alta efficienza J920 FleXtra, è possibile ridurre le emissioni annue di CO2 di 16.000 tonnellate.

L’impianto CHP modernizzato, completato in anticipo sui tempi previsti, è stato progettato e consegnato da un consorzio costituito da GE e CEFLA; GE ha fornito i generatori Jenbacher J920 FleXtra, completo dei suoi ausiliari. CEFLA ha sviluppato gli aspetti ingegneristici della centrale, assicurando la gestione di progetto, le forniture e l’installazione dell’impianto completo, comprese le infrastrutture civili.

La nuova centrale di teleriscaldamento ACEA comprende due unità di cogenerazione J920 FleXtra più tre caldaie ausiliarie e i relativi impianti di teleriscaldamento. I motori producono 19 MW di energia elettrica e circa 15 MW di energia termica, per un’efficienza totale superiore all’80%. Altre tre caldaie a gas producono ulteriori 70 MW di potenza termica per coprire i picchi di domanda di energia termica, mentre i serbatoi di stoccaggio termico consentono di creare riserve per i periodi non di punta. L’associazione tra motori a gas che producono energia termica ed elettrica, serbatoi termici e caldaie a gas rende questo nuovo impianto di cogenerazione a minor impatto ambientale e più efficiente rispetto alla centrale che ha sostituito.

“Questo importante progetto di Tor di Valle ha rappresentato una grandissima sfida, e siamo riusciti a completarlo in anticipo: il primo motore è stato avviato 4 mesi prima della scadenza originariamente prevista. Certamente, non è stato facile”, ha dichiarato Roberto Cocchi, Manging Director della BU Plant Solutions di CEFLA. “Riuscire a rispettare i tempi contrattuali e addirittura anticiparli è stato uno straordinario successo, frutto sicuramente di un’efficace collaborazione tra i tre soggetti coinvolti in questo progetto. Una meticolosa ottimizzazione progettuale, per ottenere la massima semplificazione, anche per quanto riguarda la sua successiva manutenzione. Estrema attenzione alla stabilità degli edifici, che siamo riusciti a portare al livello di resistenza sismica 4. Però, se devo essere sincero, il vero valore di questo risultato sta nelle persone che lavorano per questi tre soggetti. In particolare, le persone che erano sul campo in cantiere, che hanno collaborato e portato ciascuna il proprio contributo per raggiungere questo importante obiettivo prima della stagione invernale. È qui che si vede la vera “forza del fare insieme”, sicuramente con riferimento alle persone dentro la Cefla ma anche alla partnership Cefla – General Electric che ha dato vita a questo straordinario progetto Tor di Valle per Acea”.

Il progetto comprende un contratto di assistenza pluriennale per i due motori J920 FleXtra. La soluzione di gestione delle prestazioni delle risorse myPlant * Asset Performance Management di GE monitorerà attivamente tutti i principali parametri dei motori. Le verifiche analitiche di myPlant sono in grado di prevedere la durata di vita dei componenti, consentendo agli operatori di passare da un programma di manutenzione proattivo a un approccio manutentivo su base condizionale.

“In Europa, stiamo assistendo a un incremento della domanda di sistemi energetici più flessibili nel settore CHP e di modernizzazione delle attuali centrali di cogenerazione alimentate a gas o a carbone nel quadro della politica climatica europea,” ha detto Carlos Lange, presidente della divisione Distributed Power di GE. “Siamo felici di collaborare con Cefla per far partire questo impianto decentralizzato in anticipo e offrire maggiore flessibilità operativa ad ACEA – contribuendo all’aumento di redditività.”

GE e CEFLA aiuteranno ACEA a bilanciare la fornitura di energia integrando i motori con un sistema di accumulo di energia termica. Ciò garantirà un approvvigionamento continuo di calore senza far funzionare i motori durante i periodi di basso consumo o durante periodi in cui è già disponibile una quantità sufficiente di energia elettrica da fonti rinnovabili.

* Indica un marchio della General Electric Company.

Share This