Positivo il risultato del 2017. Il valore della produzione cresce del 20% rispetto al 2016. Bene i mercati esteri.

IMOLA (Bologna), 4 giugno 2018. Un quinquennio in crescita. Questa l’estrema sintesi dell’andamento del gruppo Cefla che chiude il 2017 con un + 20% del valore della produzione, rispetto all’anno precedente. Il fatturato, pari a circa 528 milioni di euro, consolida il contributo delle controllate estere – commerciali e produttive – posizionate in mercati strategici quali USA, Cina e Russia, con una percentuale di export pari al 54%.

Come evidenzia il Presidente Gianmaria Balducci:“L’internazionalizzazione è stata e sarà una delle principali linee guida che perseguiremo per la crescita dell’azienda. Oggi siamo una realtà formata da cinque Business Unit altamente differenziate per prodotto e mercato, ma alcuni di questi sono business prevalentemente “domestici”. Le condizioni economiche del gruppo, le competenze interne e la nostra organizzazione ci pongono oggi nelle condizioni di competere all’estero con un approccio più strutturato e con una maggior esperienza rispetto al passato”.

Negli ultimi cinque anni, Cefla ha registrato un trend migliorativo in valore assoluto dei margini, a conferma che redditività e performance sono i reali obiettivi del gruppo, da sempre attento al contenimento dei costi. Continua il Presidente Balducci: “Sebbene gli indicatori di redditività siano cresciuti in valore assoluto, l’aumento dei volumi con un mix prodotto/paese diverso rispetto al 2016 ha portato ad un calo di circa 1 punto percentuale sull’EBITDA. Tuttavia, l’aumento a doppia cifra del fatturato giustifica ampiamente il sacrificio dei margini; il risultato netto record di circa 25 milioni di euro avvalora le nostre scelte, gratificando tutti gli stakeholder: clienti, fornitori, banche e soci lavoratori”.

La positiva performance economica del 2017 è accompagnata da un altrettanto positiva situazione patrimoniale. L’incremento nei volumi ha necessitato un maggior capitale circolante; nonostante questo, la posizione finanziaria netta rimane positiva, al netto di oltre 20 milioni di euro di investimenti.

Nel prossimo triennio, la gestione del gruppo, che da gennaio 2018 si avvale della nuova Direzione Generale nella persona di Andrea Formica, proveniente dal settore automobilistico, sarà orientata ad una focalizzazione e stabilizzazione dei business, al fine di creare i presupposti ideali per un’ulteriore fase di crescita profittevole, sia per linee interne che esterne, caratterizzata, oltre che dall’internazionalizzazione, da un’accelerazione sulla digital “servitization”.

Il 2017 ha visto inoltre siglare l’accordo preventivo del Patent Box con l’Agenzia delle Entrate per una parte significativa del proprio portafoglio pari ad oltre 600 titoli di proprietà intellettuale, brevetti, marchi e disegni. Cefla rientra all’interno delle prime 20 grandi aziende italiane ad avere ottenuto tale riconoscimento dalle autorità fiscali italiane, a conferma di un costante impegno in Ricerca e Sviluppo.

Cefla è una società Cooperativa che ha come missione la creazione di valore nel tempo; il Presidente Balducci,ringraziando tutto l’organico aziendale per i risultati ottenuti, pone l’accento sul fatto che “sono il frutto di una realtà manifatturiera che occupa circa 2000 dipendenti nel mondo di cui circa 1400 in Italia; in particolare, nel nostro paese i dipendenti sono passati da 1.269 nel 2016 a 1.418 nel 2017, pari a 150 posti di lavoro in più”.

Per scaricare alcune immagini clicca qui

Nella foto di gruppo il Cda di Cefla: da sinistra Yuri Della Godenza, Claudio Fedrigo (vice presidente), Andrea Formica (direttore generale), Gianmaria Balducci (presidente), Cristian Pungetti e Nevio Pelliconi.

Share This